Risorse idriche

Modellazione delle acque interne e gestione delle risorse idriche

Frutto di una continua attività di ricerca e sviluppo, i codici di simulazione della famiglia MIKE by DHI costituiscono oggi lo stato dell’arte tra i modelli numerici nel campo delle risorse idriche, coniugando le più avanzate conoscenze scientifiche con le più recenti tecnologie di calcolo e simulazione.

I codici di calcolo MIKE by DHI mettno a disposizione il frutto di più di 50 anni di attività di ricerca e più di 1000 anni uomo di sviluppo. I nostri codici rappresentano uno standard internazionale, riconosciuto universalmente nel settore delle risorse idriche. I codici DHI sono utilizzati da tecnici del settore in circa 130 paesi nel mondo.

La suite MIKE by DHI per le applicazioni sulle risorse idriche è unica e offre una gamma di prodotti altamente specializzati. I prodotti possono anche essere combinati per risolvere applicazioni complesse e integrate.

MIKE 11 rappresenta, senza dubbio, lo stato dell’arte tra i codici di calcolo monodimensionali; l’affidabilità e la robustezza computazionale unite alla semplicità di utilizzo ed all’ampia disponibilità di moduli aggiuntivi, lo rendono oggi il codice di calcolo più utilizzato e diffuso in tutto il mondo. La sua natura modulare lo rende infatti lo strumento più adeguato, anche in termini economici rispetto ai benefici offerti se paragonato ad altri codici di calcolo, non solo per analisi più complesse ma anche per la verifica ed il supporto alla progettazione di piccoli corsi d’acqua e canali. MIKE 11 può infatti essere utilizzato in modo efficace sia in riferimento alle più svariate geometrie e condizioni morfologiche dell’alveo sia per diversi stati idrologici, dalle piene alle condizioni di magra. Oltre all’idrodinamica, i moduli aggiuntivi consentono di analizzare numerosi altri fenomeni quali il trasporto solido, a fondo fisso e non, l’idrologia e la qualità delle acque. 

MIKE 21 è un modello numerico bidimensionale per la simulazione di correnti, onde, trasporto solido e qualità delle acque di fiumi, laghi, baie, aree costiere e mare aperto. MIKE 21 offre un ambiente di lavoro completo, efficace e robusto a supporto dell’ingegneria e della pianificazione e gestione territoriale. La combinazione di una interfaccia grafica avanzata con un motore di calcolo robusto ed affidabile, frutto di un pluriennale e continuo sviluppo da parte di DHI, rende oggi MIKE 21 lo strumento più utilizzato ed efficace per l’ingegneria fluviale e marittima in tutto il mondo

MIKE FLOOD è il codice di calcolo di DHI che consente di utilizzare in modo integrato i modelli idrodinamici MIKE 11, monodimensionale, MIKE 21, bidimensionale ed il codice MIKE URBAN CS, sempre monodimensionale per le reti di drenaggio. L’integrazione tra i diversi modelli avviene in modo totalmente dinamico, garantendo quindi la conservazione di massa e quantità di moto tra i diversi sistemi ed è impostata attraverso un’interfaccia grafica comune.

MIKE HYDRO Basin è uno strumento sviluppato da DHI di semplice utilizzo, ma dalle grandi potenzialità per la simulazione dell’intero ciclo idrologico, specializzato nella rappresentazione e gestione di dati informativi sulle reti idrografiche e relative interconnessioni con fattori antropici. MIKE HYDRO Basin è un vero e proprio strumento di supporto decisionale per la gestione delle risorse idriche, a scala sia globale sia locale di bacino. Richiede pochi dati in ingresso e minimizza i calcoli numerici, tuttavia è in grado di rappresentare tutte le componenti del ciclo idrologico al suolo: utenze, serbatoi, impianti idroelettrici, acque superficiali, acque sotterranee, afflussi-deflussi e qualità dell’acqua.

MIKE SHE è stato sviluppato per schematizzare il complesso insieme dei processi che compongono il ciclo idrologico in uno strumento pratico per l'ingegneria delle risorse idriche. MIKE SHE è un modello deterministico, a parametri distribuiti, fisicamente basato (nel senso che risolve le equazioni differenziali parziali che descrivono i processi di scorrimento superficiale, di deflusso nella rete di drenaggio e nei mezzi porosi saturi e insaturi). Il modulo idrologico include, oltre ai processi di deflusso, i fenomeni di scioglimento delle nevi, intercettazione fogliare ed evapotraspirazione. Il flusso verticale nella zona insatura è schematizzato con approccio monodimensionale, quale collegamento tra le componenti superficiale (bidimensionale) e sotterranea (tridimensionale).