23 Mar 2021

Nuova metodologia per il calcolo dell'erosione da traffico navale

Pubblicato l'articolo " Effects of marine traffic on sediment erosion and accumulation in ports: a new model-based methodology"

L'idrodinamica generata dalle eliche delle navi sui fondali può causare erosione e deposizione di sedimenti in alcune zone interne al bacino portuale, con un impatto potenzialmente significativo sulla batimetria del fondale nel medio e lungo termine. Questi processi legati ai sedimenti devono essere considerati dalle Autorità preposte alla gestione portuale, sia in termini di sicurezza alla navigazione sia di ottimizzazione delle attività di gestione e manutenzione del fondale e delle infrastrutture portuali.

DHI, insieme all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ha sviluppato uno specifico studio, basato su modelli numerici integrati MIKE, che consentono di analizzare l'idrodinamica ed i conseguenti fenomeni di erosione/accumulo dei sedimenti al fondo indotti dall'azione delle eliche delle navi nel porto passeggeri di Genova. La nuova metodologia proposta offre uno strumento scientifico all'avanguardia che può essere utilizzato per ottimizzare e pianificare in modo efficiente la gestione del porto e la manutenzione dei fondali marini. L’articolo completo “Effects of marine traffic on sediment erosion and accumulation in ports: a new model-based methodology” è consultabile sulla rivista online Ocean Science.

E' disponibile al seguente URL https://os.copernicus.org/articles/17/411/2021/.

Related news