24 May 2019

Mediterranean Wind Wave Model

E’ stato recentemente completato l’aggiornamento del database hindcast di MWM (Mediterranean Wind Wave Model) al 31.12.2018.

Il database MWM, risultato di modelli numerici di onda e vento allo stato dell’arte, nasce dalla collaborazione tra DHI e HyMOLab (Hydrodynamics and Met-Ocean Laboratory) del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste), e consiste in un data-set modellistico di parametri di onda e vento su base oraria a partire dall’01-01-1979, ottenuti da una catena modellistica di ultima generazione. In particolare i modelli utilizzati per lo sviluppo del database sono:

* CFSR (Climate Forecast System Reanalysis): sistema di rianalisi di dati atmosferici a scala globale prodotto e distribuito gratuitamente da NCEP (National Centers for Environmental Prediction; http://rda.ucar.edu/datasets/ds093.0/index.html#description).

* WRF-ARW (Weather Research and Forecast - Advanced Research): modello atmosferico non-idrostatico, sviluppato e distribuito da NCAR (National Center for Atmospheric Research), attualmente considerato fra i modelli meteorologici più all’avanguardia a livello globale. Esso è annidato al modello a più bassa risoluzione CFSR (di cui sopra);

* MIKE 21 Spectral Wave (SW): modello spettrale d’onda sviluppato e commercializzato da DHI, utilizzato a livello globale in una vastissima gamma di applicazioni sia costiere che di mare aperto. Esso è forzato dal modello WRF ad alta risoluzione, di cui sopra.

Ad oggi quindi risultano disponibili ben 40 anni dati orari (dal 1979 al 2018) di vento ed onda ad alta risoluzione in tutto il Mar Mediterraneo. Il database include dunque anche la ricostruzione della mareggiata di fine ottobre 2018 che ha causato danni considerevoli in Liguria (specialmente nel porto di Rapallo).

Related news